On Air

Radio Day Live ! i migliori brani in Heavy Rotation

Home

Un passo alla volta, con l’atteggiamento di ieri tutto è possibile!

26 aprile 2017 Frosinone Calcio Sport


Terzo posto in classifica con 65 punti, uno in meno dell’Hellas Verona al secondo, otto in meno della Spal in testa (e con un piede in Serie A), ma soprattutto otto punti in più di Perugia e Cittadella, appaiate al quarto posto. Per analizzare il momento del Frosinone partiamo dalla classifica e dai numeri. A quattro giornate dalla fine del campionato (due gare in trasferta, a Salerno e Benevento e due in casa, con il Trapani e la Pro Vercelli, nell’ultima giornata, la sera del 19 maggio) tutto può accadere. La minima distanza dai veronesi e quella concreta sul quarto posto, consentono di valutare ogni opportunità, dal sorpasso (possibile) agli scaligeri, all’allungo (non più remoto) sulle quarte (ricordiamo che devono esserci almeno dieci punti di distanza), che permetterebbero ai giallo azzurri di centrare la promozione diretta in Serie A. Tutto ciò però, a patto che il Frosinone dia continuità alla positiva e vittoriosa prestazione di ieri pomeriggio con lo Spezia. La risposta che tutti si attendevano, a partire dal Presidente Maurizio Stirpe, è arrivata sul campo: rabbia, determinazione, attenzione, fame, atteggiamento, caparbietà, voglia di imporsi, cattiveria agonistica, lucidità, scegliete voi, ognuna di queste prerogative è propria di Dionisi e compagni. Al cospetto di una delle squadre più in forma del momento, lo Spezia, in piena corsa per i play off, i giallo azzurri hanno saputo soffrire e lottare, aldilà dell’episodio fortunato (ogni tanto capita anche al Frosinone, dopo il filotto di decisioni dubbie e controverse sempre a sfavore) del gol di Granoche, non visto dall’arbitro e dal suo assistente, per il quale però si dovrebbe discutere anche dell’evidente posizione di fuorigioco attivo di Piccolo, proprio sulla conclusione dell’attaccante spezzino. La squadra ha cercato e conquistato il risultato con la prestazione, quella che era mancata nelle ultime settimane e soprattutto nelle ultime due sconfitte con Novara e Ternana. Tutto risolto? No, ovvio, c’è ancora molto da fare, a ribadirlo il difensore Luka Krajnc: “Ci sono ancora quattro finali da disputare. Ogni partita sarà molto difficile perché ogni squadra lotta per qualche obiettivo, per cui dovremo essere molto concentrati, come lo siamo stati oggi (ieri, ndr)”. Una vittoria del gruppo, come confermato da Daniel Ciofani, autore della seconda rete al 45′ st, tredicesima marcatura personale in campionato (eguagliato il record di reti in Serie B della stagione sportiva 2014/2015): “Questa è la vittoria del Frosinone. Tra di noi il concetto di gruppo non è mai stato in discussione, è stata una bella vittoria, mi è piaciuto lo spirito, quello giusto”. Pasquale Marino mantiene il profilo basso e la concentrazione molto alta, evidenziando l’importanza della risposta che questo gruppo straordinario ha saputo dare nel momento di massima difficoltà: “La risposta dei ragazzi sul campo è la cosa che mi ha fatto più piacere, perché abbiamo reagito caratterialmente. Il Presidente parlando con la squadra nei giorni scorsi, ha detto che se proprio dobbiamo perdere, dobbiamo farlo contro gli avversari non contro noi stessi. In altre occasioni siamo rimasti bloccati per la tensione, una volta eliminata questa tensione per la troppa foga e per la troppa voglia di fare risultato, abbiamo capito che dovevamo reagire in maniera importante”. Scrollarsi di dosso ogni paura, sconfiggere la tensione con consapevolezza dei propri mezzi e la concentrazione, lavorare sodo e correre, con ritrovato ottimismo, verso un traguardo ancora lontano ma non impossibile da raggiungere. Ancor di più se si può contare sul contributo decisivo di ognuno dei calciatori in rosa, come quello, ad esempio, della premiata ditta Dionisi/Ciofani, 29 gol in due (16 Federico e 13 Daniel). La “tigna”, l’eleganza e la rapidità di esecuzione dei due attaccanti nell’azione della prima marcatura, sono un esempio da manuale del calcio, da far vedere ai più piccoli.
A quattro giornate dal termine del campionato tutto può accadere, bisogna crederci, tutti insieme. Solo la sera del 19 maggio, dopo la partita con la Pro Vercelli, si tireranno le conclusioni.

Martedì 25 Aprile 2017 – Ore 15:00 – Serie B, 17a giornata di ritorno – Stadio Comunale di Frosinone
Frosinone Calcio 1928 – Spezia Calcio 1906 2 – 0
(15′ st Dionisi, 45′ st D. Ciofani)

Highlights Frosinone Calcio – Spezia Calcio 2 – 0, pubblicati sul canale ufficiale YouTube del Frosinone Calcio.


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su