On Air

Radio Day Live ! i migliori brani in Heavy Rotation

Home

Tre reti di Federico Dionisi, il Frosinone vince e riprendere a correre!

19 marzo 2017 Frosinone Calcio Sport


Pragmatico, attento, determinato, cinico, compassato, efficace, voglioso, affamato, vincente. Questi alcuni degli aggettivi che ci vengono in mente per descrivere e raccontare il Frosinone visto ieri al “Matusa”, la sintesi è semplice: vittoria meritata, classifica consolidata, morale rinfrancato. Con il netto 3-1 firmato Federico Dionisi (prima tripletta in carriera con la maglia del Frosinone e terzo posto nella classifica marcatori con 13 reti, ad una di distanza da Caputo ed a sei da Pazzini), i leoni giallo azzurri si attestano al secondo posto in classifica con 56 punti, due in meno della capolista Spal, vittoriosa e convincente a Carpi e due in più dell’Hellas Verona, che ha riacciuffato il pareggio a Vercelli solo in pieno recupero.
L’ultima vittoria in campionato il 25 febbraio scorso in casa proprio con l’Hellas Verona, poi i pareggi con Perugia e Cittadella e la sconfitta di Bari: il Frosinone aveva bisogno di questa vittoria, tanto per la classifica quanto per il morale e l’ha cercata, con intelligenza e cattiveria agonistica.
Quella con il Vicenza non è stata una gara come tutte le altre, al “Matusa” è tornato infatti da avversario Robert Gucher (positiva la sua prestazione, nonostante la comprensibile emozione), accolto con affetto e simpatia in primis da tutti i suoi ex compagni di squadra e poi dai tifosi del Frosinone. Pochi secondi prima dell’inizio del match tutto lo stadio si è alzato in piedi per rivolgere un applauso al centrocampista austriaco, mentre la curva nord urlava il suo nome. Emozioni forti, sincere, autentiche.
Rispetto alle ultime prestazioni il ritmo è decisamente più basso, non c’è frenesia nel cercare la via della rete, ma grande coralità e compattezza nella manovra. Non è una gara spettacolare, i giallo azzurri costruiscono poco dal punto di vista delle azioni da rete degne di nota (il primo calcio d’angolo della partita il Frosinone lo calcia al 17′ st), il Vicenza si chiude bene e concede poco o nulla agli avversari, anzi, tenta qualche sortita offensiva puntando sul gioco di rimessa. Il ritrovato Federico Dionisi rompe l’equilibrio del match al 33′ pt con un gran calcio di punizione a pelo d’erba dai 30 metri, sul quale Amelia non può nulla. Il primo tempo si chiude con il Frosinone in vantaggio per 1-0. Nella ripresa cresce il ritmo, le due squadre provano ad osare qualcosa in più rispetto alla prima frazione. Il raddoppio di Dionisi arriva al 28′ st: l’attaccante è puntale e determinato nel seguire l’azione offensiva, che nasce da una caparbia giocata di Fiamozzi, il quale prima tenta la conclusione e sul rimpallo mette al centro dell’area l’assist decisivo.

Il Vicenza si sbilancia cercando di riaprire la partita con i nuovi entrati Bellomo, Ebagua e Cernigoi, ma viene colpito in contropiede ancora una volta da Dionisi; sul sontuoso assist di Sammarco, l’attaccante giallo azzurro supera sullo scatto Zaccardo, mette a sedere Amelia in uscita e deposita nella porta ormai sguarnita, è il 3-0. La gara finisce di fatto qui, il Vicenza trova il gol della bandiera solo in pieno recupero, al 48′ st, su calcio di rigore assegnato da Saia per fallo di mano in area di Maiello e realizzato da Pucino. Finisce 3-1.
Dionisi, a cui Marino aveva concesso la standing ovation al 37′ st (facendo entrare in campo Mokulu), si porta a casa il pallone (autografato dai compagni di squadra, come dichiarato proprio dall’attaccante nel post gara a Sky Sport) e gli applausi del pubblico di fede giallo azzurra, entusiasta per questa splendida vittoria.
Oltre la prestazione dell’attaccante reatino, non possiamo non segnalare la prova superba di Adriano Russo, ieri titolare al posto dell’infortunato Emanuele Terranova. In campo dopo 28 partite (l’ultima apparizione il 3 settembre scorso nella sconfitta in trasferta a Brescia, dove Russo aveva dovuto lasciare il campo per infortunio al 5′ st), si fa trovare pronto e non sbaglia mai un intervento. “The Wall”, così lo chiamano i tifosi giallo azzurri, merita una menzione speciale per la gara giocata ieri con il Vicenza.
Spal 58 punti, Frosinone 56. Domenica prossima il big match allo Stadio “Paolo Mazza” di Ferrara. Marino non avrà Krajnc convocato da Katanec per Slovenia – Scozia, Semplici dal canto suo non potrà contare sul portiere Meret convocato da Ventura per gli impegni della Nazionale Azzurra con Albania e Olanda e sul difensore Bonifazi, convocato da Di Biagio in Under 21 per le amichevoli con Polonia e Spagna.

Sabato 18 Marzo 2017 – Ore 15:00 – Serie B, 10a giornata di ritorno – Stadio Comunale di Frosinone
Frosinone Calcio – Vicenza Calcio 3 – 1

Frosinone Calcio (3 – 5 – 2): Bardi; Russo, Ariaudo, Krajnc; Fiamozzi, Maiello, Sammarco (43′ st Frara), Soddimo (28′ st Gori), Mazzotta; Dionisi (37′ st Mokulu), Ciofani D. Allenatore: Pasquale Marino. A disposizione: Zappino, Crivello, Pryyma, Mamic, Kragl, Volpe.
Vicenza Calcio (3 – 5 – 2): Amelia; Adejo, Esposito, Zaccardo; Pucino, Signori (16′ st Bellomo), Gucher, Urso, Vita; Giacomelli (24′ st Ebagua), De Luca (33′ st Cernigoi). Allenatore. Pierpaolo Bisoli. A disposizione: Vigorito, Bogdan, Cuppone, Doumbia, Bianchi, Zivkov.
Arbitro: Francesco Paolo Saia di Palermo.
Assistenti: Luigi Rossi di Rovigo e Giuseppe Opromolla di Salerno.
Quarto Uomo: Pasquale Boggi di Salerno.
Marcatori: 33′ pt, 28′ st, 35′ st Dionisi, 48′ st Pucino su rigore.
Ammoniti: 18′ st Fiamozzi, 44′ st Krajnc, 48′ st Maiello.
Calci d’angolo: 4 – 2 per il Vicenza.
Recuperi – 1°T: 2′ e 2°T: 3′.
Spettatori: 5.603 (5015 abbonati e 588 paganti, di cui 80 tifosi ospiti).
Incasso: € 44.936,22 totale (€ 34.589,00 quota abbonati più € 10.347,22 lordo).

Gli highlights della partita sul canale ufficiale YouTube del Frosinone Calcio.

Foto gentilmente concesse da Federico Casinelli e Salati Mario Fotoreporter


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su