On Air

Radio Day Live ! i migliori brani in Heavy Rotation

Home
  • Home
  • Frosinone Calcio
  • Sport
  • Perugia – Frosinone, Marino: “Partita difficile, ci saranno diverse novità nell’undici iniziale”

Perugia – Frosinone, Marino: “Partita difficile, ci saranno diverse novità nell’undici iniziale”

27 febbraio 2017 Frosinone Calcio Sport


Alla vigilia della sfida con il Perugia, il tecnico giallo azzurro Pasquale Marino è intervenuto in conferenza stampa, queste le sue dichiarazioni

“Il coefficiente di difficoltà della gara di domani sera credo sia più elevato rispetto a quanto non lo fosse con il Verona, per il semplice motivo che il Perugia gioca in casa e quando si affronta una delle prime della classe le motivazioni aumentano. Chi scenderà in campo domani?  A dire la verità stavolta non lo so neanche io (ride, ndr). Giochiamo tre partite in una settimana quindi cambierò qualche interprete. Sono tutti a disposizione e hanno molta voglia di giocare, cercherò di cambiare nei ruoli in cui il dispendio energetico è maggiore, è presumibile aspettarsi novità in quasi tutti i reparti. Ci sarà un cambio per reparto?  Probabile, credo che ci saranno tre o quattro cambi rispetto a sabato scorso. E’ possibile che faccia giocare un tempo ad un calciatore e un tempo ad un altro. Come si prepara questa gara dal punto di vista psicologico?  Probabilmente preparare una partita dopo una vittoria è più facile rispetto a quando si perde, ma dipende molto anche dalla maturità del gruppo che si allena. Non è sempre così perché dopo una vittoria ci si può adagiare sugli allori, mentre una sconfitta ti consente di preparare il match con più rabbia e determinazione. Il problema è che essendoci pochi giorni tra una gara e l’altra non si può lavorare molto dal punto di vista tattico, ma ormai abbiamo affrontato tutti i sistemi di gioco e credo che la squadra abbia acquisito una certa maturità per affrontare chiunque. Si sta facendo un’idea su questo campionato e sulla densità di squadre al ridosso del Frosinone?  Noi abbiamo l’obiettivo di preparare una gara per volta. Nelle prossime partite affronteremo avversari forti come Perugia, Cittadella, Bari, Vicenza e Spal, per il momento dobbiamo focalizzare l’attenzione sull’incontro di domani sera. La sua squadra ha acquisito a pieno i suoi dettami tattici?  Il Frosinone ha disputato ottimi campionati con Roberto Stellone, questo è fuori di dubbio, per cui è evidente che le sue idee di gioco erano giuste. Noi abbiamo un modo di interpretare il calcio diverso ed è normale che quando avviene un cambiamento c’è bisogno di tempo per adattarsi a quest’ultimo. Questo processo di adattamento è andato avanti, abbiamo avuto delle difficoltà iniziali come è giusto che sia, ma da gennaio in poi abbiamo cambiato modo di giocare e siamo passati alla difesa a tre. Già da diverso tempo nella fase di non possesso difendevamo a tre, ma dalla partita di Trapani siamo passati ad un 3-5-2 vero e proprio. A mio avviso abbiamo ancora margini di miglioramento. Che Perugia si aspetta?  Gli umbri esprimono un calcio propositivo ed anche a Ferrara con la Spal hanno dimostrato di avere un’idea di gioco e un’identità ben delineate. E’ una squadra insidiosa, dobbiamo mettercela tutta, poi sarà il campo a parlare”.


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su