On Air

Radio Day Live ! i migliori brani in Heavy Rotation

Home
  • Home
  • Frosinone Calcio
  • Sport
  • Pasquale Marino: “La vittoria ha un valore inestimabile perché ci da la forza di andare a Benevento con il massimo dell’entusiasmo”

Pasquale Marino: “La vittoria ha un valore inestimabile perché ci da la forza di andare a Benevento con il massimo dell’entusiasmo”

7 maggio 2017 Frosinone Calcio Sport


Al termine dell’incontro vinto con il Trapani, Pasquale Marino è arrivato nella sala stampa dello Stadio Comunale di Frosinone, per la consueta conferenza post partita.

Dopo il rigore sbagliato da Daniel Ciofani nella ripresa, la squadra ha perso qualche certezza e soprattutto serenità…
“Purtroppo è normale quando non si riesce a chiudere una partita. Non mi sembra che il Trapani abbia creato occasioni da rete pericolose, a parte l’azione del portiere Pigliacelli, che ha consentito ad un suo compagno di arrivare al tiro, per il resto credo che il Frosinone abbiamo amministrato bene. C’è stata apprensione per la posta in palio così alta. Lei parte con una domanda sul secondo tempo e sul calo, ricordiamo anche quanto di buono fatto nel primo ed all’inizio del secondo, con il gol e le diverse occasioni da rete da noi create, senza subire mai nulla. Ci può stare un po’ di apprensione per l’importanza della posta in palio, perché se avessimo pareggiato oggi si sarebbe complicato tutto, invece abbiamo ancora qualche settimana di speranza”.

Aldilà del risultato e dei punti conquistati, che peso e che valore ha la vittoria di oggi?
“Vittoria importante, perché se oggi fosse finito il campionato, saremmo promossi in Serie A, già questo dice tutto riguardo l’importanza di questa gara e di questa vittoria sofferta, solo perché purtroppo non siamo stati fortunati a chiuderla. Ha un valore inestimabile perché ci da la forza di andare a Benevento con il massimo dell’entusiasmo, pronti a dare tutto quello che abbiamo dentro per una partita determinante”.

A Benevento sarà una partita molto difficile, con quale spirito bisogna prepararla ed affrontarla?
“Dobbiamo essere bravi, siamo una squadra matura. E’ chiaro che tutte le squadre si giocano il campionato e i diversi obiettivi in queste ultime partite, è normale che gli avversari daranno tutto. A noi non deve interessare, giochiamo 11 contro 11 in campo, dobbiamo solo pensare a preparare la partita nel migliore dei modi, con l’attenzione e la concentrazione necessarie in un’occasione del genere”.

Dionisi quando è uscito dal campo si toccava la coscia, c’è qualche problema in particolare?
“No, niente di grave, ha chiesto il cambio perché sentiva un po’ di affaticamento muscolare sia dietro la gamba che al polpaccio, ma niente di preoccupante”.

E’ questo l’approccio alla partita che si aspettava e di cui ci aveva parlato venerdì in conferenza? Non averla chiusa con il rigore ha creato maggiori tensioni?
“Sicuro. Se fai il 2-0 poi continuare a giocare palleggiando e tenendo palla. Con il passare dei minuti, complice la stanchezza e la pressione, è mancata un po’ di lucidità nel fraseggio e nel palleggio. L’approccio alla gara è stato da grande squadra, volevamo vincere e immediatamente ci siamo buttati in avanti, creando i presupposti per sbloccarla subito. L’atteggiamento è stato sempre positivo, nonostante l’importanza della partita, nella quale ci stavamo giocando quasi il campionato, ossia la promozione diretta. Se non avessimo vinto oggi il discorso si sarebbe complicato ulteriormente, anche perché il Verona ha vinto ed al momento l’unica strada è quella di mantenere la distanza dalle inseguitrici, facendo il pieno nelle prossime due partite. Dobbiamo cercare di dare l’anima sabato, come abbiamo sempre fatto, con più attenzione, con le motivazioni importanti di un’occasione straordinaria. Pensiamo quindi a preparare bene la partita di Benevento, che è fondamentale”.

Oggi si è rivisto in campo Matteo Ciofani, al rientro dopo un lungo infortunio, come giudica la prestazione del suo giocatore?
“Non giocava da un po’ di tempo, è stato buttato nella mischia in un momento delicato della partita, per sostituire Crivello che aveva dato tutto e che veniva, anche lui, da un piccolo infortunio. Si è fatto trovare pronto, ha fatto bene quello che doveva fare, è entrato subito in partita”.

Il Perugia sulla carta affronterà due squadre che hanno poco da chiedere al campionato. C’è da considerare anche questo fattore?
“Oggi il Latina a Brescia ha dimostrato il contrario, era anche in vantaggio, ha dato un segnale di grande professionalità, credo che faranno il loro dovere davanti ai tifosi di casa, se l’hanno fatto anche fuori casa, per dignità ed orgoglio faranno la loro partita. A noi interessa il nostro compito ed il nostro obiettivo, non possiamo pensare a quello che accade sugli altri campi”.

Il video integrale della conferenza stampa di Mister Pasquale Marino, caricato sul canale YouTube di Radio Day.


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su

Scrivi un Commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi richiesti sono segnalati da *