On Air

Radio Day Live ! i migliori brani in Heavy Rotation

Home

Pasquale Marino: “E’ stata la nostra migliore partita nel girone di ritorno”

7 marzo 2017 Frosinone Calcio Sport


Il tecnico giallo azzurro Pasquale Marino, al termine dell’incontro pareggiato con il Cittadella, ha risposto, nella sala stampa dello Stadio Comunale, alle domande dei giornalisti frusinati.

C’è un pizzico di amaro in bocca per questo risultato, soprattutto dopo aver disputato una gara di altissimo livello ed intensità? E’ mancato solo il guizzo vincente sotto porta? “Credo che sia stata la migliore partita per quanto riguarda il girone di ritorno. Siamo cresciuti dopo il gol, alzando il baricentro, rispetto ad altre nostre prestazioni. Anche nel secondo tempo siamo scesi in campo in maniera propositiva per chiudere la partita e certamente non siamo stati fortunati. Il portiere avversario ha fatto grandi parate, abbiamo colto una traversa con Dionisi, ci sono stati diversi salvataggi degli avversari… Oggi posso rimproverare poco alla squadra per l’atteggiamento che ha avuto, vorrei vederla sempre così, ossia giocare a prescindere dal risultato ed essere sempre propositiva. Abbiamo giocato su un campo pesantissimo che ha condizionato la partita, c’è solo il rammarico per i punti persi, perché questi sono punti persi per quello che si è visto in campo. Sono ottimista perché vedere la squadra giocare così bene mi conforta. Abbiamo subito gol su azioni poco fortunate, tanto a Perugia quanto stasera. Se avessimo vinto con due o tre gol di scarto nessuno avrebbe potuto dire nulla. C’è rammarico, mi ripeto e rabbia per aver perso due punti. Questa rabbia dobbiamo metterla nel nostro lavoro già da domani, quando inizieremo a preparare la trasferta di Bari”. Nei minuti finali della gara c’è stato un pizzico di nervosismo ed abbiamo preso qualche cartellino giallo di troppo. Forse è mancata un po’ di lucidità nella ripresa, anche in episodi come quelli del finale di gara? “Abbiamo disputato una partita straordinaria e lei è andato a trovare quei cinque minuti finali… E’ normale che ci sia nervosismo quando senti di aver perso due punti, nonostante la voglia di fare la partita e di conquistare l’intera posta in palio. Ogni tanto abbiamo perso anche la pazienza, perché in diverse occasioni gli avversari hanno fatto ostruzionismo, anche con perdite di tempo nella rimessa del pallone. Un po’ di nervosismo secondo me ci può stare, ma al cospetto di una partita giocata così bene, mi sembra riduttivo andare a vedere solo quei cinque minuti finali”. Da un punto di vista fisico, considerate anche le non perfette condizioni fisiche di Soddimo e Ciofani, la squadra ha risposto bene? “Lo spessore di questo gruppo è proprio in queste cose, vedere Ciofani lottare fino alla fine, nonostante per due giorni non si sia allenato e segnare anche un gol o Soddimo recuperare così velocemente, ci fa ben sperare. L’atteggiamento propositivo di questo gruppo non è una novità, siamo fiduciosi perché abbiamo dei ragazzi consapevoli di quello che stiamo facendo e di quello che dovremo ancora fare”.


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su