On Air

Radio Day Live ! i migliori brani in Heavy Rotation

Home

“Non siete soli”. La Questura di Frosinone per la sicurezza degli anziani

18 maggio 2017 Live ed Eventi News


Non siete soli“. È questo il messaggio importante quanto urgente dato dal progetto sicurezza anziani della Questura di Frosinone e dal relativo evento che nel pomeriggio della giornata di  ieri 17 maggio, nella Parrocchia di Santa Maria Goretti ha visto l’incontro tra il  Questore di Frosinone Dott. Filippo Santarelli e una numerosa rappresentanza di  anziani, affiancati dal parroco Don Dino Mazzoli, sempre interessato alle tematiche sociali e in questo caso sensibile al problema di una grande parte di cittadini non più giovani, troppo spesso nel mirino di truffatori seriali. “Occhio alle truffe” è il nome di un  progetto che si propone un’azione  di prevenzione ed informazione  attraverso un riscontro immediato con i diretti interessati. “La truffa agli anziani è un grave danno psicologico e non solo economico” – ha spiegato il Questore Santarelli – “Non siete soli, comunicate immediatamente alle forze dell’ordine tutto quello che vi sembra sospetto affinché possiamo insieme a voi capire i metodi che i truffatori usano e prevenirli nella loro azione criminale“. Gli agenti di polizia presenti hanno poi spiegato in modo chiaro e dettagliato tutti gli accorgimenti per riuscire a sventare truffe e rapine di cui quotidianamente gli anziani sono vittima, dall’assoluta immediatezza con la quale contattare i numeri delle forze dell’ordine al tipico aspetto rassicurante e signorile del truffatore; dalle motivazioni con le quali si avvicina, ai falsi dipendenti pubblici che si aggirano intorno a sportelli bancomat e poste. Gli intervenuti hanno potuto poi dialogare con chi lavora ogni giorno nel progetto di sicurezza e difesa degli anziani. “E’ un fenomeno che merita attenzione da parte di tutti, per questo è importante il dialogo delle istituzioni con i diretti interessati affinché possa instaurarsi un rapporto di fiducia e collaborazione, i cittadini devono aiutarci a combattere questo triste fenomeno”, ha esortato il Questore Santarelli. Un progetto importante dunque che si promette di salvare delle vite e che per questo motivo non appartiene ad una stretta minoranza ma si rivolge al senso di responsabilità di tutti.


, , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su

Scrivi un Commento

La tua mail non sarà pubblicata. I campi richiesti sono segnalati da *