On Air

Pianeta Italia Tutta la musica italiana

Home

Enrico Graziani: “Il Frosinone è una squadra equilibrata e saprà arrivare fino in fondo”

11 aprile 2017 Frosinone Calcio Sport


Allo stadio “Cino e Lillo Del Duca” di Ascoli Piceno ad assistere alla partita del Frosinone, oltre mister Ivo Iaconi, c’era anche l’ex Direttore Generale del Frosinone Calcio, Enrico Graziani, che aveva seguito i giallo azzurri anche nella recente trasferta di Cesena. Lunedì sera è intervenuto in collegamento telefonico su Radio Day, nel corso di Passione Frosinone.

Dopo il pareggio di Ascoli si riscontra nell’ambiente giallo azzurro un pizzico di preoccupazione in più, ma la strada da percorrere verso il traguardo è ancora lunga e per questo motivo bisogna guardare avanti, sei dello stesso avviso?
“Penso che siate abituati ormai, ne avete visti di campionati di Serie B, di Serie A, per cui queste cose succedono. E’ chiaro, non si è riusciti a chiudere la partita, per imprecisione, per sfortuna… e poi purtroppo è successo quello che è successo, una cosa che non ho mai visto nella mia carriera, proprio all’ultimo secondo. Secondo me non dovete preoccuparvi, il Frosinone sta disputando un campionato brillantissimo, ha tutti i meriti per arrivare all’obiettivo che si è preposto, non penso che ci siano proprio problemi”.

Hai assistito al pareggio esterno di Cesena ed a quello di Ascoli, due gare dallo stesso risultato ma dall’andamento e dalle dinamiche completamente differenti. Quali possono essere state le cause che hanno portato al pari con i marchigiani?
“La terza partita in otto giorni, per cui si è certamente sentita un po’ di stanchezza fisica e mentale. In effetti il Frosinone ha fallito troppe occasioni da rete, si possono fare tanti ragionamenti nel calcio, però purtroppo quando sei sull’1-0 e non chiudi le partite, l’imponderabile può essere dietro l’angolo, come successo ad Ascoli. Non fermiamoci però a guardare il singolo episodio, guardiamo gli otto mesi di campionato, che il Frosinone sta conducendo in modo brillante e che porterà in porto tranquillamente. Io sono di questo avviso, mi sembra che sia la squadra più equilibrata, più forte in tutti i reparti e con grande esperienza. Magari ha peccato proprio di esperienza nell’ultima circostanza, ma può succedere e credo che sia legato alla stanchezza maturata nelle tre partite in otto giorni, con squadre come Cesena, Avellino ed Ascoli che in questo momento sono avversari ostici, per diversi motivi”.

Che effetto ti fa tornare allo stadio e rivedere il tuo Frosinone?
Enrico Graziani sorride: “Sempre grandi sensazioni, grandi ricordi, non solo veder giocare il Frosinone, ma vedere i tifosi, che in questi anni sono cresciuti ed hanno acquisito mentalità, vederli far festa e sostenere la loro squadra del cuore… Sono tutte emozioni forti che mi fanno ricordare gli otto anni di Frosinone vissuti in modo meraviglioso”.

Secondo te il calcio italiano che idea ha del progetto Frosinone?
“Il Presidente è senz’altro un uomo vincente, lo ha dimostrato nella vita e nell’attività, non solo calcistica. La squadra agli occhi di tutti è la più equilibrata, la più forte. Anche la Spal sta disputando un campionato meraviglioso, è una squadra rapida, leggera e incisiva, però credo che alla fine il Frosinone riesca a prevalere su tutti, perché penso che abbia le caratteristiche fondamentali per il campionato di Serie B per poter arrivare alla fine”.

Quanto conta adesso il calendario per il Frosinone e per le sue dirette concorrenti?
“Il campionato di Serie B lo conoscete bene ormai, è un campionato estenuante, le ultime partite sono veramente un rebus, perché magari incontri squadre che hanno fatto poco durante l’anno e che, come gli ultimi giorni di scuola, cercano di rimediare a tutto sul finire della stagione. E’ chiaro, ci sarà da soffrire, da lottare, l’importante è avere le possibilità e le caratteristiche per poterlo fare e questo credo che non manchi al Frosinone”.

Avendo personalmente contribuito alla crescita di questa società e di questo progetto, quanto sei orgoglioso del fatto che il club stia lavorando alla costruzione del nuovo stadio?
“Mi ricordo che quando arrivai a Frosinone spendevamo una cifra assurda per poterci allenare in un campo fuori città, per cui ci venne l’idea, vedendo il Casaleno in quelle condizioni, di mettere almeno un manto erboso adeguato per poterci allenare ed evitare quella spesa assurda. Sapere che tra poco tempo quello stesso stadio sarà ultimato e sarà la nuova casa del Frosinone Calcio, mi rende felice, mi fa capire che Maurizio Stirpe sia veramente una persona brillante, d’ingegno, lungimirante, che merita tutto quello che ottiene”.

Grazie Direttore, è sempre un piacere sentirti. Ti aspettiamo presto a Frosinone!
“Grazie a voi, state bene e state tranquilli”.


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su