On Air

Radio Day Live ! i migliori brani in Heavy Rotation

Home

Ascoli – Frosinone, Pasquale Marino: “Ascoli crocevia importante, ci sarà da battagliare”

7 aprile 2017 Frosinone Calcio Sport


In mattinata mister Pasquale Marino è intervenuto nella consueta conferenza stampa di presentazione del match. Queste le sue parole.

Secondo lei la gara di domani è più semplice o più complicata rispetto a quella di lunedì sera con l’Avellino? “Io dico che in questa fase del campionato, nella quale ogni squadra ha un obiettivo da raggiungere, non ci sono partite facili. Ci sarà da battagliare, noi dobbiamo avere consapevolezza della nostra forza perché siamo in un buon momento di forma. Sappiamo che affrontiamo una squadra che ha bisogno di punti salvezza, ho visto quasi tutte le loro ultime partite e c’è da dire che in diverse occasioni non sono stati fortunati. E’ una formazione con degli elementi molto validi come Cacia, Orsolini, Giorgi, Cassata, per cui non bisogna abbassare la guardia”. Mazzotta e Ariaudo saranno della sfida? “Sono convocati, hanno recuperato dai rispettivi infortuni. Sono tutti a disposizione ad eccezione di Matteo Ciofani e Paganini, che stanno ancora recuperando e Besea che ha preso una botta in allenamento e dunque non sarà aggregato al gruppo”. Pensa che la partita di domani sia importante per raggiungere il sogno chiamato Serie A? “Alla luce degli ultimi risultati è un crocevia importante. Nel caso in cui dovessimo vincere metteremmo una seria ipoteca sulle prime due posizioni”. Contro l’Ascoli gradirebbe un Frosinone meno bello da vedere ma più cinico così da poter portare i tre punti a casa? “Per arrivare alla vittoria bisogna giocare molto bene e con grande attenzione. Ritengo sia più facile arrivare alla vittoria quando si gioca bene ed è stata una casualità non aver conquistato i tre punti contro l’Avellino, dal momento che avevamo disputato un’ottima prestazione”. Il Frosinone scenderà in campo prima delle avversarie, crede che questo può essere uno svantaggio? “Ormai siamo abituati, nell’ultimo periodo abbiamo giocato raramente in contemporanea con Spal e Verona. La cosa più importante è partire bene, fare una grande partita e pensare a noi stessi, visto che siamo in testa alla classifica siamo padroni del nostro destino”. In settimana Daniel Ciofani ha detto che in questa fase del campionato conta più la testa che le gambe, è d’accordo? “E’ normale, sono d’accordo. Fisicamente stanno bene perché lavorano con intensità, ora bisogna avere attenzione e concentrazione, ma questo è un gruppo maturo, lo sa perfettamente. Abbiamo davanti otto partite importanti per il nostro futuro, quindi dobbiamo curare ogni dettaglio delle partite perché il margine di errore è quasi nullo”. Tra i tanti articoli scritti e discussioni lette sui social ed ascoltate in questa settimana, c’è un aspetto che non le è piaciuto particolarmente o che vuole chiarire a noi giornalisti e ai tifosi del Frosinone? “Ai tifosi abbiamo poco da dire perché il pubblico di Frosinone ha già dimostrato in tante occasioni che tiene molto alla propria squadra. Lo ha dimostrato nella partita della retrocessione dello scorso anno e nella campagna abbonamenti di quest’estate. Così facendo i sostenitori hanno dato entusiasmo e slancio alla società, che soprattutto grazie a questo sostegno ha saputo programmare nel migliore dei modi questo campionato, ripagando i tifosi anche in sede di calcio mercato e rifiutando offerte importanti da club della Serie A per alcuni dei nostri attuali giocatori. Se siamo qui adesso, ad otto partite dalla fine, è merito dei tifosi del Frosinone. A voi giornalisti non ho niente da dire perché ognuno ha la propria opinione ed io ho la mia. All’inizio del campionato ho visto tanto pessimismo, nessuno credeva che questa squadra potesse competere per i primi posti in classifica, adesso siamo qua e a volte qualcuno è un po’ critico, anche esageratamente. Qualcuno potrebbe aver sbagliato a giudicare questa squadra visto quello che sta facendo. Ad otto partite dal termine bisogna remare tutti dalla stessa parte, perché è un vantaggio per tutti nel caso in cui si arrivi a conquistare l’obiettivo desiderato”. Prevede qualche novità rispetto a lunedì scorso? “Qualcosa potrà cambiare, dobbiamo analizzare bene le condizioni di tutti i ragazzi. Dobbiamo capire se chi scende in campo può garantirci una tenuta per l’intera partita perché con l’Avellino siamo stati costretti ad effettuare due cambi forzati”. Considera il Benevento fuori dalla lotta per la promozione diretta? “No, perché ho visto il loro calendario e rispetto al Verona è più abbordabile, per cui bisogna tenere d’occhio la formazione sannita”. Secondo lei quanti punti servono per la promozione diretta? “Non ho fatto nessuna proiezione però credo che la sconfitta del Verona nell’ultimo turno di campionato abbia abbassato la quota promozione diretta”.

Il video integrale della conferenza stampa di Mister Pasquale Marino, pubblicato sul canale YouTube di Radio Day.


, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Condividi su